sabato 22 luglio 2017

RECENSIONE: (Non) Ti voglio



TITOLO: (NON) TI VOGLIO

AUTORE: Christina Lauren

EDITORE: leggereditore

PUBBLICATO: 29/06/2017

PAGINE: 238

PREZZO: €9,90









SINOSSI:

Nonostante tutte le probabilità fossero contro di loro, dopo un primo imbarazzante incontro a una festa di Halloween organizzata da un amico comune, Carter e Evie si sono immediatamente piaciuti. Nemmeno il fatto di lavorare per agenzie concorrenti di Hollywood è servito a spegnere il fuoco che è divampato tra i due. Ma quando le loro aziende si fondono, ha inizio una spietatissima competizione per occupare la stessa posizione, e quella che sarebbe potuta diventare una meravigliosa storia d’amore si trasforma in una guerra all’ultimo sabotaggio... Per capire il sadico gioco in cui sono invischiati, come ignare pedine mosse dal loro comune capo, Carter dovrà reprimere la sua indole compiacente e Evie mettere da parte la sua sconfinata ambizione chiedendosi entrambi cosa desiderino davvero dalla vita. Riusciranno a ottenere il loro finale da favola hollywoodiano? Oppure andranno incontro a una dramedy di proporzioni epiche?

Un romanzo appassionante, divertente e sincero del duo Christina Lauren al top della sua forma.

RECENSIONE

Torna il magnifico duo Christina Lauren con un nuovo romanzo, il cui solo titolo è tutto un programma, (NON) TI VOGLIO.
Devo dire che conosco bene questo duo e la loro scrittura scorrevole e coinvolgente non è stata una sorpresa, sono in grado di attanagliare il lettore alle pagine ed è fantastico! Riescono sempre a sorprendermi.
Devo dire che inizialmente il libro però non mi coinvolgeva molto, ma entrata nel cuore della storia, ha fatto la fine di Beautiful Bastard (loro romanzo di esordio), Beautiful Stranger passando per Sublime (una lettura un po' diversa, ma altrettanto bella), cioè divorato in un giorno. Poi le lacrime di coccodrillo a gogo, questi libri più son belli e più finiscono subito!
Va bè, torniamo a parlare del libro, bella la scrittura e altrettanto bella la trama, ma ciò che realmente mi ha colpita sono state le tematiche trattate, non è un libro frivolo e stupido, non è la solita storiella d'amore che ci lascia gli occhi a cuoricino per poi essere dimenticata o confusa con altri libri, la storia è bella perchè le tematiche trattate sono interessanti, vere e rilevanti.
Il tema principale è il maschilismo sul posto di lavoro, tutto a svantaggio delle donne che pur facendo il doppio, pur avendo più meriti o essendo più qualificate, sono sempre un gradino sotto agli uomini e questo le autrici ce lo spiegano benissimo, ci fanno percepire quella bruttissima sensazione di frustrazione e quella spiacevole situazione di arrivare prima ma sentirsi sempre la seconda. Un libro che insegna, perchè è questo che devono fare i libri, devono insegnare!
Ovviamente, la storia d'amore merita! Per la prima volta l'uomo è più piccolo della donna, questo dettaglio inizialmente mi ha lasciata un po' spiazzata, forse ci hanno abituate male, noi o almeno io sono abituata a immaginare sempre uomini più grandi e invece questo dettaglio mi è piaciuto moltissimo, perchè pur essendo rilevante, è totalemnte irrilevante!
Io vi straconsiglio questo libro, fidatevi, non ve ne pentirete!

Buona lettura
Baci
C.

P.S: io l'ho divorato in spiaggia, se dovesse capitarvi di leggerlo sotto l'ombrellone, ricordatevi di tenere a bada brividi e risate! Un bacione readers!

SEGNALAZIONE: I guerrieri della sposa del sole


POTETE ACQUISTARLO Qui



Sinossi del romanzo

Alla morte del nonno, la giovane Arlette, per rispettare una promessa, si incarica di portarne le ceneri sulla vetta della Sposa del Sole, l’inviolata montagna al cui interno, secondo quanto tramandato dal nonno, vivrebbe la stirpe dei Barun-Drakkar, popolo arcano da cui anche Arlette discenderebbe, oltre a esserne, secondo una profezia, la predestinata sacerdotessa. Insieme a Kevin, giovane temerario e risoluto, e accompagnati dalla gatta Astrid che di lì a breve si rivelerà una creatura mutante, e cioè una donna-gatto capace di profonde metamorfosi, ha inizio l’ascesa verso la ripida vetta, per assolvere al rituale della deposizione delle ceneri. Il cammino impervio si trasformerà presto in una vera corsa a ostacoli, resa ancor più difficoltosa dal sopraggiungere di minacce di varia natura che confermeranno anche la veridicità dei racconti del nonno.

Ecco allora spalancarsi scenari inediti in un mondo astorico venato di forti pulsioni e con una vaga aura medievaleggiante, popolato da talpe giganti e nani irrequieti che si esprimono in una lingua misteriosa, affollato da uomini-aquila in grado di combattere e avere la meglio su elicotteri da guerra, e percorso da fiumi sotterranei, con acque dalla purezza cristallina e dall’alveo rivestito di pietre preziose.

Predisponendosi a una vera prova di coraggio, con scontri all’ultimo sangue, i due co-protagonisti Arlette e Kevin, separati dall’incalzare delle vicende, scopriranno di essere innamorati l’uno dell’altro ma dovranno prima dimostrare di sapersela cavare da soli per resistere agli assalti della sorte e a perfidi nemici che non perderanno occasione di sbarrar loro il cammino con ogni espediente.

In un alternarsi di conflitti e vendette, congiure rabbiose e brevi intermezzi di pace i due giovani potranno così ricongiungersi e solo allora la vicenda si avvierà verso una ricomposizione delle parti, con un progressivo ritorno alla normalità e il riappropriarsi della dimensione reale della civiltà contemporanea, grazie all’abbandono del monte ma non prima di aver dato degna sistemazione alle ceneri del nonno.

mercoledì 19 luglio 2017

RECENSIONE: Lezione d'amore per amanti imperfetti



TITOLO: Lezioni d’amore per amanti imperfetti

AUTORE: Sophie Hart

EDITORE: Feltrinelli

PUBBLICATO: 10/06/2015

PAGINE: 320

PREZZO: €15,00










TRAMA

Annie ha due pesci rossi: Harry e Sally, come i protagonisti del celebre film. È fissata con le commedie romantiche, che l'hanno convinta che esista un lieto fine per tutti. Ed è abilissima a dare consigli agli altri, soprattutto in campo amoroso. Agli altri, ma non a se stessa, dato che la sua vita sentimentale è un disastro. Sessuologa di successo, persuasa che quel che succede in camera da letto non debba restare confinato lì dentro, Annie incoraggia i propri pazienti a confidarsi apertamente e li aiuta a imparare l'alfabeto del corpo e dell'amore. Così, nel suo piccolo studio accogliente, riceve coppie come Julia e Nick, alla disperata ricerca di un figlio che tarda ad arrivare, creando tensioni e insoddisfazioni. O Zoe e Simon, due giovani innamorati che vogliono prepararsi al meglio prima del matrimonio. O Linda e Ray, troppo presi dalla famiglia e dal lavoro, tanto che nel corso degli anni hanno perso slancio e intimità. Riusciranno questi amanti "imperfetti" a rimettersi in carreggiata? E come mai, se Annie è così brava con le vite degli altri, con la propria è una frana? Seduta dopo seduta, Zoe, Simon, Julia, Nick, Linda e Ray si conosceranno e diventeranno amici, lasciando da parte inibizioni e paure e riportando la passione nelle loro vite. Mentre pian piano anche Annie capirà che forse è arrivato il momento di aprirsi a nuovi incontri.

Ci sono gli amori felici e gli amanti perfetti. Per il resto del mondo, ci sono le lezioni di Annie. Un romanzo intrigante, spassoso, meravigliosamente seducente.



RECENSIONE

Dunque diciamo che volevo leggere questo libro da almeno 3 anni, già e me ne ero innamorata a senza sapere che libro fosse, sì è complicato ma mi spiego.
Praticamente girando su Instagram seguivo una pagina di libri (ma che novità! Ahahah), su questo profilo viene pubblicata la foto della pagina dell’epilogo, ancora lo ricordo riportava questa frase “ Le brave ragazze vanno in paradiso, le cattive ragazze vanno dappertutto” mi sembra fosse di Helen Gurley Brown, mi innamorai, un colpo di fulmine! Insomma chiedo che libro fosse, ma dato che la mia fortuna non ha limiti, la foto era stata presa da internet e la poverina che gestiva la pagina (te lo chiedo pubblicamente scusaaaa, perdonami) che ho assillato e ammorbato non aveva idea di che libro fosse. Armata di tutto punto ho cominciato a girare e rigirare su Google, fino ad arrivare a trovare il tesoro, il libro era “Lezioni d’amore per perfetti innamorati”! Dopo tutte queste ricerche una persona normale avrebbe acquistato il libro, ma io no… almeno non subito (ho atteso 3 anni per aumentare la suspense, ovvio)!
Arriviamo alla recensione? Sì, subito!
Forse le mie aspettative erano eccessivamente alte (ragazzi non avevo letto neanche la trama!) comunque inizialmente ho faticato a leggere, non mi prendeva, mi annoiava (sì, l’ho detto). Fortunatamente di lì (siamo a metà lettura) a poco è decollato, piacendomi e facendomi entrare nella storia. Avrei comunque evitato alcune parti, le ho trovate piuttosto noiose, poco scorrevoli e un po’ troppo poco interessanti, di fatto non le trovavo pertinenti con la storia. La scrittura è comunque scorrevole e coinvolgente, ben scritto.
Un lato positivo? Finalmente una grande novità, vediamo l’imperfetto! Basta con queste storie d’amore tutte zuccherose senza neanche un piccolo intoppo, ma mica è il paese delle meraviglie questo! Ecco che Sophie ci mostra il lato difettoso delle storie d’amore e ce ne propina ben più di una!

Tutto sommato una bella lettura, simpatica e ci insegna anche qualche lezione.

Buona lettura
Baci
C.

lunedì 17 luglio 2017

4 blogger Giveaway

PRONTI PER UN NUOVO GIVEAWAY TUTTO SPECIALE?
In collaborazione con altre e 3 blog : 
ECCO A VOI UN NUOVO MEGA GIVEAWAY!

Metteremo insieme tutti i partecipanti e sceglieremo a caso 10 vincitori che potranno scegliere il loro premio in ordine di estrazione. Abbiamo deciso di mettere a disposizione 1 cartaceo e 9 ebook principalmente di autori emergenti per permettere loro di farsi conoscere un po'.

Partecipate numerosi e buona fortuna a tutti!

Il giveaway comincerà oggi, 17 luglio, e finirà alle 23:59 di lunedì 7 agosto. Avete quindi tre settimane per provare a vincere qualcosa tra questi 10 premi.



Come partecipare:

- Condividete la foto del giveaway su instagram con l'hashtag #4bloggergiveaway per avere una possibilità di vincita in più (facoltativo)

- Lasciate un commento confermando la partecipazione al giveaway e non dimenticate di scriverci la vostra email in modo da potervi contattare in caso di vincita. Se avete condiviso la foto su instagram, fateci sapere il vostro nome utente!

- Aiutateci a diffondere il giveaway condividendo sui social (facoltativo)

sabato 15 luglio 2017

RECENSIONE: I Promessi Elfi



Titolo: I promessi Elfi

Autore: Daniele Bello

Editore: Astro Edizioni

Pagine: 142

Prezzo: 11,90 €

Ebook: 1,99 €







TRAMA

I Promessi Elfi è un fantasy con elementi realistici: nasce dall’idea di riscrivere la storia dei “Promessi Sposi” di Manzoni in chiave fiabesca; una simpatica parodia, scritta in un linguaggio adatto anche ai bambini, che serve ad introdurre al mondo della grande letteratura in modo lieve ed ironico.
L’antica penisola di Ausonia è caduta sotto il comando delle Forze del Male; dopo una lunga stagione di guerre, la popolazione si consegna ai Signori della Guerra, esseri in grado di controllare le menti delle creature e di renderle schiave. Gli Orchi e i Lupi e persino i Draghi obbedivano ciecamente ai loro ordini.
In questo contesto così disperato, due Elfi cercano di coronare il loro sogno d’amore ma il matrimonio viene osteggiate da Roderick, un arrogante signorotto; e il Chierico Avundius non sa come opporsi.
Ma pur di riuscire a sposare la sua Luthien, il fiero Rethyus è disposto a tutto: anche a violare il sacro Giuramento degli Elfi…
La storia si intreccia tra Uomini, Elfi, Orchi, Lupi e altre terribili creature, alla ricerca dei manufatti che possono servire a riportare l’ordine e l’armonia nelle terre di Ausonia.
E l’occasione è ghiotta per capire la “vera” origine delle storie narrate dal Manzoni…
RECENSIONE

Ho avuto serie difficoltà ad approcciarmi a questo libro, la motivazione è semplice, adoro "I Promessi sposi" e avevo paura.
La lettura al contrario è apparsa subito scorrevole e divertente, un libro che si è fatto leggere da solo.
Capisco che, essendo gli studenti "obbligati" a leggere il romanzo originale (e diciamocelo, le cose fatte per forza ci restano al 99% sullo stomaco), non sia la prima scelta di nessuno, ma cancellate tutto e preparatevi ad una versione fantasy alla portata di tutti, che vi farà ridere e non più sbuffare o sbadigliare. La cosa bella di questo libro è proprio alla portata di tutti, studiato soprattutto per i più piccini che si approcciano al capolavoro conoscendolo prima in maniera divertente, magari saranno più predisposti nei confronti del "mattone" quando gli sarà somministrato dalle insegnanti.
Diciamo che sono stata sorpresa dall'idea dell'autore e devo fargli i miei complimenti per aver saputo giocare con uno dei più grandi classici italiani.

Baci
C.

mercoledì 21 giugno 2017

RECENSIONE: Time Deal



TITOLO: Time Deal
AUTORE: Leonardo Patrignani
EDITORE: DeAgostini
COLLANA: Le Gemme
PUBBLICAZIONE: 13 Giugno 2017
PAGINE: 475
PREZZO: €14.90
PREZZO EBOOK: €6.99


TRAMA

Hai promesso di amarla per sempre.
Ma quanto può durare l’eternità?

Il nuovo sorprendente romanzo distopico. Il mito classico dell’eterna giovinezza incontra il tema assolutamentecontemporaneo del limite morale del progresso scientifico. Un autore italiano di straordinario talento e di successo internazionale, in corso di pubblicazione in più di 20 Paesi.Julian ha diciassette anni e vive con la sorellina Sara nella periferia industriale di Aurora, una metropoli soffocata dall'inquinamento e devastata dalle malattie, in cui l'aspettativa di vita è scesa drasticamente negli ultimi anni. Fino all'arrivo del Time Deal, un farmaco in grado di arrestare l'invecchiamento cellulare. Nessuno ne conosce gli effetti collaterali, solo qualcuno immagina quali possano essere le conseguenze morali e sociali di questo farmaco. Ben presto, la città si spacca in due: da una parte chi insegue ciecamente il sogno della vita eterna, dall'altra chi invece si rifiuta di manipolare la propria esistenza e preferisce invecchiare secondo natura. Julian è tra questi ultimi. Ma la sua ragazza Aileen non ha avuto scelta: figlia di un noto avvocato, che finanzia da sempre la casa farmaceutica del Time Deal, è stata sottoposta al trattamento. Finché qualcosa va storto. Aileen inizia ad accusare disturbi della memoria, e poi sparisce nel nulla. Julian però è disposto a tutto pur di ritrovarla. E a far luce sugli effetti collaterali del Time Deal.

RECENSIONE

Carissimi lettori, incuriosita dalla trama mi sono fiondata su questa lettura e non me ne pento affatto, questo è poco ma sicuro.
Inizio dicendovi cos’è il “Time Deal”, un farmaco anzi, IL farmaco dell’eterna giovinezza, semplicemente una gran figata (mio nonno ne sarebbe entusiasta fidatevi!). Non confondiamo il farmaco dell’eterna giovinezza con l’immortalità, il farmaco blocca semplicemente la crescita delle persone.
Ciò che mi è piaciuto molto è stato l’obbligo imposto su questo farmaco, un po’ come le nostre attuali vaccinazioni (esempio poco calzante? Può essere ma rende l’idea…), il farmaco deve essere assunto da tutti! Ma, proprio come le nostre vaccinazioni non sono tutti d’accordo e ci sono persone che pretendono di conservare il loro sacrosanto diritto all’invecchiamento. Come tutti i farmaci, anche il Time Deal ha degli effetti collaterali, i quali però sono tenuti nascosti a tutti i pazienti. È così che tutti i pazienti dopo poco devono imbattersi in allucinazioni e vuoti di memoria, situazioni tutt’altro che piacevoli.
A questo punto, trascinata in un futuro prossimo, ovattata dal silenzio e trasportata dalla lettura mi sono chiesta: “ma se questo farmaco esistesse e io fossi a conoscenza di tutto, lo assumerei?”. Probabilmente sarei un po’ lo Julian della situazione, contro tutti a lottare per il mio diritto ad invecchiare, ma non ne sono poi così sicura.
Cosa dire? La storia è sicuramente molto avvincente, offre svariati punti di riflessione che ho personalmente apprezzato. La scrittura scorrevole aiuta a divorare le pagine e poi, il fatto che l’autore è italiano mi fa apprezzare il libro ancor di più. I personaggi ben descritti fanno amare al lettore la storia, facendolo immergere in una lettura che assume subito una forma particolarmente famigliare. Il finale poi è mozzafiato!
Concludo questa recensione con una domanda che mi è balenata nel corso della lettura e che mi ha fatta incuriosire moltissimo.
Ma perché questo farmaco o siero che dir si voglia, 
DEVE essere somministrato obbligatoriamente a tutti?

Eh, questo dovete scoprirlo voi.
Buona lettura
Baci
C.

martedì 20 giugno 2017

Parliamo della Maschera purificante L'Oreal

Eccomi di nuovo qui a parlarvi di una maschera di bellezza per il viso.
L'Oreal Paris ne ha create ben tre, per riuscire a soddisfare diversi bisogni e per adattarsi ai vari tipi di pelle. Io ho provato SOLO quella purificante (verde) per ora, ma conto di provare almeno anche quella nera.
Prima nota stonata? Il prezzo. Se ne consiglia la vendita al modico prezzo di 10€ (anche se tra sconti e cose simili si trova anche a meno), credo di averla pagata circa €6,50 (se non sbaglio).
Si presenta così

Carino il vasetto di vetro. Effettivamente non secca la pelle e comunque con un vasettino si dovrebbero fare circa 10 applicazioni, io ne ho fatte certamente meno e non 10 comunque...
Una volta stesa sul viso è piacevole, ma impiega un po' di più rispetto alle altre maschere all'argilla ad asciugarsi. 
Una volta tolta la maschera la pelle è effettivamente più liscia, ma con 2€ in erboristeria acquisto il sacchetto di argilla che mi dura 3 mesi ed ha un effetto nettamente superiore.
Nel complesso un buon prodotto, ma a parer mio il prezzo non è competitivo.

Se potete provatela e fatemi sapere.
Baci
C

lunedì 19 giugno 2017

Parliamo di... FITTEA

Chi mi segue dall'inizio ormai ne è a conoscenza, tutto ciò che è nuovo o chiacchierato IO LO PROVO! Sono poche le certezze della vita, ma questa è sicura. :)
Quindi Claudia, cosa hai provato per noi?
Ho provato delle tisane ed in vista dell'estate voglio lasciarvi i miei pareri,
parliamo di...
FITTEA

Se dovesse esserci qualcuno tra i miei amatissimi lettori che non conosce questo brand (anche se non credo), ecco chi sono e cosa fanno (è scritto sul sito):
"Fittea è il primo brand di tè per un TEA migliore e salutare. Offriamo una varietà di tè che combinano gusti e risultati magnifici. Il nostro Body Detox Tea contiene ingredienti selezionati che aiutano a bruciare grassi e supportano il metabolismo.
Il nostro tè migliorerà la tua pelle e ti farà sentire meglio grazie alle numerose vitamine ed agli antiossidanti che hanno effetto sulla tua salute ed il tuo benessere. Inoltre, aiuta a ridurre il gonfiore e la ritenzione idrica. [...]".






Ci tengo a specificare che gli ingredienti contenuti in tutti i loro tè sono NATURALI AL 100%, nota più che positiva, anche se tale caratteristica non è sicuramente difficile da riscontrare in altri prodotti trattandosi per l'appunto di tè.



IO HO PROVATO:

Body Detox Tea 28 giorni
"Inizia la tua Detox di 28 giorni con il nostro Body Detox Tea! Questo Té contiene ingredienti selezionati che aiutano a bruciare grassi e sostengono il tuo metabolismo. Vitamine ed antiossidanti aiutano un sano sistema immunitario ed aumentano il benessere. Inoltre, questo tè favorisce un aspetto brillante e radioso. Bere una tazza di té ogni mattina per iniziare la giornata con la giusta energia".


 Inner Beauty Tea

"L’Inner Beauty Tea è il nostro ingrediente per la bellezza naturale. Contiene gli elementi ottimali che assicurano una pelle sana e forniscono un colorito naturale."
Acai+ Tea
"L’Acai+ Tea non ha solo un sapore delizioso, ma rinforza anche il tuo sistema immunitario, caricandoti inoltre, della giusta energia durante il giorno."







Inner Balance Tea
"L’Inner Balance Tea aiuta a rilassarsi e contiene ingredienti selezionati per connettere corpo, mente ed anima. Ideale la sera prima di andare a dormire."








[Tranquille ho già fatto un nuovo ordine tutto diverso! ;) ]

LE DIFFERENZE TRA LE 4? 
Fatta ovvia eccezione per le proprietà che ne contraddistingue ogni una, il prezzo. Il Body Detox costa ben €20,90, che diciamocelo per una tisana non è poco anzi! Le restanti tre hanno lo stesso prezzo, ossia €10,90.

ARRIVIAMO ALLE RECENSIONI?

Body Detox Tea 28 giorni
Dicono che: bruci i grassi, renda più radiosa la pelle, sia energizzante ed idratante.
Ingredienti: Tè verde cinese, tarassaco, ginseng e tulsi.
Sicuramente è molto energizzante, pensate che per un bel periodo la mattina assumevo la tisana al posto del caffè, infatti questo particolare detox contiene la caffeina e se ne sconsiglia l'uso prima di andare a dormire (per ovvi motivi). 
Poi, la pelle radiosa io non l'ho vista, no direi proprio di no.
Ed ora il punto più importante (rullo di tamburi)...brucia grassi. Diciamo che io non ho bisogno di perdere peso, anzi forse sono un tantinino sottopeso, ma il mio peso NON è mutato. C'è da dire che non ho seguito nessuna dieta, quindi ovviamente non potevo aspettarmi nulla, ma è bene che voi lo sappiate, senza rinunce NON FA DIMAGRIRE. Ho notato però che aiuta molto a sgonfiare e ciò comporta una perdita di cm soprattutto sull'addome, quindi sono stata soddisfattissima.
Ora vi lascio una chicca: Io assumevo la tisana la mattina, poi lasciavo asciugare la tisana nel filtrino e la riutilizzato nel pomeriggio. Ovviamente non aveva il 100% delle proprietà, ma essendo composta da pezzi belli grossi mi sembrava proprio uno spreco buttarla (e poi per quel che cosa...) quindi facevo 2 in 1.
Il sapore? Dicevano tutti che fosse buonissima, onestamente? Non è un granché, non è male ma non posso dirvi che è buona!

Inner Beauty Tea
Dicono che: pelle radiosa, salute e benessere, energia.
Ingredienti: iperico, buccia di cinorrodo, cardamomo e fiori di alchemilla.
Questa tisana aveva assolutamente un sapore come anche un profumo più gustoso, ma io i grandi cambiamenti e miglioramenti, non li ho proprio riscontrati. Non ho notato neanche un apporto energetico, l'ho assunta come una qualsiasi tisana, tanto per bere, ma niente di più.

Acai+ Tea
Dicono che: favorisca salute e benessere, energia e idratazione.
Ingredienti: Tè verde cinese, bacche d'acai, cannella e buccia di mandarino.
Ecco, questa è stata l'unica tisana che ho bevuto una sola volta. Il sapore non mi è piaciuto affatto e diciamocelo i benefici, l'unica volta che l'ho assunta non li ho riscontrati.

Inner Balance Tea
Dicono che: favorisca il relax, non ha caffeina, salute e benessere.
Ingredienti: fiori di melissa, fiori di calendula,radici di valeriana e finocchio.
Mi è piaciuta moltissimo perché effettivamente aiuta a rilassarsi. L'ho usata come fosse la camomilla, solo più efficace. Non ci credevo, ma quando ho avuto difficoltà a prendere sonno mi ha aiutata molto quindi ve la consiglio.

COSA NON MI è PIACIUTO PER NIENTE?
Tantissima pubblicità, tutti ne parlano ecc ecc, e NESSUNO che mi dica come devo assumerla. Quanta tisana devo metterci in una tazza? Se il detox deve durarmi 28 giorni, deve esserci una dose giornaliera da assumere no? Non si sa, o meglio non ce lo dice nessuno. Ho cercato in lungo e in largo ma tutto tace! Io ho utilizzato circa 1 cucchiaino e mezzo / 2 cucchiaini da tè per ogni tazza. Avrò fatto bene? Avrò fatto male? E chi lo sa, so solo che giorno in più, giorno in meno, mi è durata 28 giorni. :)

Vi saluto 
Se l'avete provate o lo farete fatemi sapere
Baci
C

venerdì 16 giugno 2017

GIVEAWAY: terminerà il 30 giugno


TRAMA

Trovare l'uomo dei sogni è un lavoro complicato, ma Alice Brown sa come si fa, perché conosce bene le regole dell'attrazione. Alice lavora come organizzatrice d'incontri per l'agenzia Tavolo per Due, e quello che le riesce meglio è aiutare le persone a scovare l'anima gemella. Nessuno sa, però, che lei è single e che con gli uomini è un vero disastro. Di certo il suo capo, Audrey, non le rende più semplice la vita. Detesta i cardigan sformati che Alice indossa, e odia la sua aria da sognatrice: Audrey è una donna di successo, e ha accanto uno splendido e giovane marito, John. Ma non è tutto oro quello che luccica... E poi ci sono le clienti della Tavolo per Due. Ad esempio, Kate: mancano 569 giorni al suo trentacinquesimo compleanno, e lei si sente già vecchia, sola e disperata. Ma chi può essere all'altezza delle sue bizzarre richieste? Chi può soddisfare una donna che disdegnerebbe persino George Clooney e Johnny Depp? Lou, invece, la migliore amica di Kate, non si rivolgerebbe mai e poi mai a un'agenzia: sicura di sé, aggressiva e sfrontata, usa la seduzione come un'arma e considera gli uomini dei semplici accessori. Alice, Audrey, Lou e Kate: sono davvero così diverse come sembrano? Oppure tutte, in fin dei conti, continuano a sognare che il vero principe azzurro bussi alla porta?



PER PARTECIPARE:

SE SIETE ISCRITTI AD INSTAGRAM TROVERETE TUTTE LE INFORMAZIONI SULLA PAGINA DI lodoredeilibri7;

SE NON AVETE INSTAGRAM POTETE LASCIARE UN COMMENTO SOTTO QUESTO ARTICOLO SPECIFICANDO INDIRIZZO EMAIL E NOME DELL'ISCRIZIONE AL BLOG.


NUMEROTTI ASSEGNATI:


  1. rmartino88
  2. rmartino88
  3. lauro.giovanna
  4. lauro.giovanna
  5. icentocolorideilibri
  6. icentocolorideilibri
  7. federicaquagliarella
  8. lacollezionistadilibri_
  9. lacollezionistadilibri_
  10. icummari_libri
  11. icummari_libri
  12. mikychica
  13. serena_sophy
  14. serena_sophy
  15. baldussi67
  16. dany220577
  17. dany220577
  18. hermanita76
  19. hermanita76
  20. ross_3193
  21. ross_3193
  22. crifurnari
  23. crifurnari
  24. lauracolucci
  25. lauracolucci
  26. bebatag
  27. bebatag
  28. pensierisconnessi
  29. pensierisconnessi
  30. bebyjess
  31. bebyjess
  32. poiu801
  33. poiu801
  34. ilnostroangolodiparadiso
  35. ilnostroangolodiparadiso
  36. ilmestieredileggere
  37. ilmestieredileggere
  38. allemari76
  39. allemari76
  40. mariastellapresicci
  41. terrystyle0989
  42. claire_238
  43. leggendoinsieme
  44. leggendoinsieme
  45. valejuve86
  46. valevale1508
  47. valevale1508
  48. madonnacri
  49. ely281996
  50. ely281996
  51. mila.mali
  52. mila.mali
  53. tralepaginediunlibro_
  54. malataperilibri
  55. Amicidicarta
  56. Amicidicarta
  57. D_alessia_
  58. Billabio87
  59. Billabio87
  60. Emylyr93
  61. Emylyr93
  62. Booksandloves
  63. Chiara.books
  64. Terrideb
  65. Terrideb
  66. _sense.and.sensibility_
  67. _sense.and.sensibility_ 
  68. Chiara.books
  69. Janettearba

CHIUSO

Vince la numero 2!

giovedì 15 giugno 2017

Il concetto di "creazione"

Il concetto di "creazione" accompagna l'umanità da sempre.
L'uomo ambisce continuamente, in ogni momento della storia e della vita, a creare qualcosa, di astratto o concreto, di aleatorio o radicato, di animato o meno.
L'ambizione più grande, e sempre meno utopistica, è la creazione della vita. Ovviamente non ci riferiamo al "dare la luce ad una nuova vita", la pratica più antica di sempre ed esclusiva delle sole donne. L'ambizione di cui parliamo è rappresentata dalla creazione di una vita artificiale cosciente di se stessa.

La letteratura di scienza e fantascienza ha snocciolato innumerevoli opere, ciò nonostante l'argomento, seppur trattato sotto ogni aspetto, ad oggi non sembra ancora del tutto sviscerato. Per questo motivo l'uomo continua a perseverare come un moderno Dr. Frankenstein, nella continua sperimentazione e nella ricerca, sperando di giungere alla forma definitiva di un essere vivente con intelligenza artificiale autonoma, la cui primaria caratteristica sarebbe quindi il libero arbitrio.

Un'intelligenza artificiale, cosi come immaginata da autori cinematografici quali Kubrick, Spielberg, Cronenberg, Scott, Cameron (la lista è lunga...) ispirati da maestri del Cinema moderno come l'austriaco Fritz Lang, è apparsa sempre in una moltitudine di forme. Automi robotici, congegni elettronici umanoidi, mega computer giganti, etc etc
Le premesse alla base delle diverse rappresentazioni letterarie e cinematografiche sono sempre le stesse.
Nel cinema di Kubrick, "2001: odissea nello spazio" c'é un computer, padre della domotica attuale, che prende decisioni sulle vite di altri esseri viventi. Con Scott e Cameron, rispettivamente "Alien" e "Terminator", vediamo la più suggestiva e utilizzata delle I.A., cioè androidi dalle sembianze umane creati per fare il lavoro degli uomini.
Nelle trasposizioni sul piccolo schermo, prodotti come Humans e Person of interest, indagano le medesime tematiche, con apporti interessanti per ciò che riguarda le implicazioni sociali e politiche della condizione tra essere umano ed essere artificiale.

Tra gli aspetti affrontati in ogni opera quello più affascinante è certamente il rapporto tra umano e artificio. Oltre infatti al conoscere i limiti di un'intelligenza artificiale, le sue capacità e il suo funzionamento, è di sicuro l'influenza che l'uomo ha su di essa ad attrarre interesse, nonchè le inevitabili conseguenze, ovviamente.
All'interno di questa tematica l'aspetto più potente è la conclusione del processo evolutivo. Un'intelligenza artificiale in quanto tale è di fatto una nuova specie, in cui la componente umana cresce sempre più, a causa delle influenze esterne (che una coscienza assorbe, anche se artificiale) conducendola ad assumere consapevolezze positive ma anche negative. Tutto questo porta inevitabilmente al confronto, tra se e le altre specie,  alla brama di superiorità, ad elevarsi al di sopra degli altri per paura di soccombere, con la convinzione di essere la predominante. La conclusione del processo evolutivo è costituito sempre dalla fine della specie meno evoluta. 
Questo è il risultato della coesistenza sociale di una specie che crea un'altra specie, donandole la possibilità di scelta. Il libero arbitrio.
Il Cinema contemporaneo ha ritratto in maniera molto più che esaustiva queste distopíe. Con "Matrix" assistiamo proprio all'insorgere della specie artificiale sull'uomo, ridotto a fare letteralmente da sostentamento organico. L'uomo fautore della sue stessa rovina.

Se queste visioni fantascientifiche diverranno in qualche modo realtà, ricordiamoci che la nostra rovina sarà stata l'illusione del controllo. 
Giulio