mercoledì 16 agosto 2017

Recensione: maschera opacizzante




Prezzo: si aggira tra i €3,50 e poco meno di €5,00


Consapevole di avere una vera e propria ossessione per le maschere per il viso, eccomi che vi parlo della mia esperienza con la "Maschera opacizzante" di Pupa. Solitamente il marchio (anche se strapieno di parabeni e siloconi) difficilmente mi delude, mi fido abbastanza quindi mi ci sono fiondata. Vi dirò che sono soddisfatta. Dunque la maschera è utilizzabile una sola volta in realtà, ma io l'ho conservata e riutilizzata anche una seconda, i risultati non sono uguali ma ha eliminato un po' di lucidità anche alla seconda applicazione. Si presenta come una maschera in tessuto da applicare semplicemente sul viso detesto, poi si lascia in posa, possibilmente dovete rimanere distese altrimenti scivola via (un po' noioso). Il prezzo sostanzialmente non economico ma neanche eccessivamente costosa, un buon compromesso per una maschera che comunque mantiene la sua promessa, opacizza la pelle! Un buon prodotto, mi è piaciuta!

sabato 12 agosto 2017

RECENSIONE: Francesca



TITOLO: Francesca

AUTORE: Manuela Raffa

EDITORE: Piemme

PUBBLICATO: 07/03/2017

PAGINE: 355

PREZZO: €18,50









TRAMA

Francesca da Polenta è una donna fuori dal comune. Lettrice appassionata, dotata di forte intuito anche per argomenti solitamente maschili, fin da giovanissima viene citata dai menestrelli di corte come una delle fanciulle più belle della penisola. Per suo padre Guido, è l'unica donna che valga quanto un uomo, l'unica in grado di tener testa ai suoi discorsi, l'unica il cui destino gli stia a cuore. Ma un uomo di potere sa che il bene del casato vale più dei propri sentimenti. Per questo, quando Giovanni Malatesta gli chiede la sua mano, Guido non riesce a negargliela. E così che, a sedici anni, Francesca da Polenta cede il posto a Francesca da Rimini. Mai avrebbe pensato a un matrimonio senza amore, con un uomo brutto e privo di cultura, ma, contrariamente alle aspettative del padre, accetta la decisione senza ribellarsi. Una vita lontana dal mondo cavalleresco che ama, questo è ciò che si aspetta da quell'unione. Fino al giorno in cui conosce Paolo, il fratello di suo marito. Paolo non solo è affascinante, ma è curioso, colto, pieno di premure e di considerazione per le sue idee. E l'uomo che avrebbe voluto accanto. E l'uomo che amerà, per tutta la vita. E a causa del quale perderà quella stessa vita. La storia di Paolo e Francesca, relegati nell'Inferno dantesco tra i lussuriosi, ha riempito la bocca degli innamorati nel corso dei secoli. Ma delle due persone nascoste dietro alla fama immortale, si è sempre saputo poco. Manuela Raffa ricostruisce la vita di una donna, le sue passioni, le sue ambizioni, le sue inclinazioni, fino all'ultimo tragico evento; e la trasforma da simbolo dell'amore eterno e peccaminoso a donna in carne e ossa.


RECENSIONE

Proprio ieri ad una rievocazione storica h incontrato Dante, se ne andava in giro con la sua tunica rossa e la sua corona d’alloro e raccontava un po’ di tutti, ma si soffermava particolarmente su un girone, quello di Paolo e Francesca, il V Canto quello dei Lussuriosi, e chi non lo ricorda!? Io ne ero follemente innamorata! In assoluto uno tra i miei canti preferiti, Paolo Malatesta e Francesca Da Polenta, e chi non li conosce?
Prima cognati e poi inseparabili amanti, uccisi (dal marito di lei e fratello di lui) a causa del loro amore, sbocciato tra le pagine del libro “Re Artù e la tavola rotonda” durante la descrizione del forte amore tra Lancillotto e Ginevra. Vabbè, potrei star qui a scrivere per ore ma non voglio dilungarmi.
Diciamo che Manuela Raffa ha tessuto la propria ragnatela passo dopo passo, attorno a questa storia d’amore così complicata ed estremamente proibita. Ci racconta la storia di questa protagonista partendo dalla sua adolescenza, ovviamente non troppo facile dato il ruolo delle donne nella società dell’epoca. Il matrimonio della bella e intelligente Francesca fu per lei un duro colpo, non è certo un segreto dati gli eventi, ma questo libro narra la bellezza dell’amore con Paolo, fin dal suo principio per poi giungere alla sua tragica fine.
Ho adorato poter leggere gli umori, i pensieri e i vari stati d’animo del marito, e mi ha colpita notevolmente capire che nonostante non fosse ricambiato continuava ad amare sua moglie alla follia. Certo è che sto poverino comunque, è stato tradito da due delle persone più care al mondo, moglie e fratello, non ci potevamo mica aspettare che reagisse bene!
La scrittura dell’autrice è fluida, attanaglia il lettore e scatena un’innata curiosità per una cosa che tutti conosciamo. C’è qualcosa nelle parole di questa autrice che soffia aria di novità e interessa il lettore.
Vista la copertina mi sarei aspettata una lettura storica, invece sono rimasta piacevolmente colpita dal fatto che in realtà quello non è esattamente il genere di appartenenza (al contrario di quel che si possa pensare).
Ok, lo ammetto, non mi sarei mai aspettata che mi piacesse così tanto.
Straconsigliato!

Buona lettura.
C.

giovedì 10 agosto 2017

RECENSIONE: Suite 703



TITOLO: Suite 703

AUTORE: L. F. Koraline

EDITORE: Newton Compton

COLLANA: First

SERIE: Mr 703

PUBBLICATO: 31/03/2017

PAGINE: 478

PREZZO: €5,90





TRAMA

Eden sta per realizzare uno dei suoi più grandi sogni: partire per New York insieme all’uomo di cui è perdutamente innamorata. Mr Damon Blake è al suo fianco e non c’è nient’altro che lei desideri. Ma proprio in aeroporto, di fronte all’entusiasmo della ragazza, Damon si lascia andare, inaspettatamente, a una confessione che getterà la dolce Eden nel panico. E lei sarà a quel punto obbligata a scegliere: accompagnarlo e scoprire tutti i segreti che le ha nascosto o andarsene e dimenticarlo.


RECENSIONE

Premetto, è il secondo volume di una trilogia, quindi se non avete ancora letto il precedente ossia “703 ragioni per dire sì” non leggetelo!
Diciamo che l’autrice nella conclusione del volume precedente mi aveva lasciata con la bava alla bocca, avevo talmente tanta curiosità addosso da non contenerla più. Finalmente esce questo secondo volume, che (forse causa di ansie e aspettative) non è stato all’altezza del primo, questo devo riconoscerlo.
La somiglianza ad un’altra trilogia mooooolto famosa appare sempre più evidente, su alcuni tratti è pressoché identico a “50 sfumature”, però diciamocelo, nessuno si è inventato nulla quindi a me personalmente questa cosa non da fastidio.
Ragazze mie, con questo libro si scende dritte dritte all’Inferno, un luogo che ancora mi desta scombussolamento, sinceramente io Claudia sono tutt’ora indecisa se voler vedere davvero questo inferno o voler fuggire a gambe levate. Cioè (cosa impossibile), se mi capitasse un Mr Blake super sexy che mi proponesse tutto ciò, cosa farei?
Il libro è OVVIAMENTE ( ci tengo a specificare perché ho letto critiche che mi hanno fatta esclamare “ma questa ha capito che genere di libro ha acquistato e letto?”) per adulti, con tanto di parolacce, scene di sesso e imprecazioni, anzi per me è arrivato ad essere addirittura troppo melenso!
La scrittura dell’autrice mi è ormai nota, fluida e ammaliatrice, ho capito che la Koraline è per me come le sirene per Ulisse. Claudia le sirene mica erano buone, erano demoni non ricordi? Perché la Koraline cos’è?!

ATTENZIONE SPOILER! (se non avete letto il libro e volete farlo saltate la parte, altrimenti evidenziate con il tasto sinistro)

Questa autrice è un demonio vero e proprio (scherzo ovviamente, si fa per dire). Ora capitemi, già attendere il terzo volume di una trilogia è estenuante, ma se mi concludi il secondo volume con un incidente mortale nel quale è coinvolto Damon Blake, sei proprio cattiva.
Ora io confido in una fuga dalla macchina prima che sbattesse (proprio alla Christian Gray), in una resurrezione o ciò che vuole, perché se me lo fa morire giuro che strappo tutti i libri!


Quindi, attendo con super ansia il terzo volume, sperando in un finale che mi lascerà interdetta come i due finali dei volumi precedenti.

Leggetelo e fatemi sapere!

Un bacione
C.

mercoledì 9 agosto 2017

RECENSIONE: Io ti possiedo



TITOLO: Io ti possiedo

AUTORE: Melissa Castello e Josephine Poupilou

EDITORE: Elister Edizioni

PUBBLICATO: 08/07/2017

PAGINE: 242

PREZZO ebook: €2,99









TRAMA

Lily non ha mai potuto contare su nessuno e ora che sua madre sta morendo di cancro, non sa a chi chiedere aiuto.
Nikos è a capo della multinazionale Zeck Technologies che comanda con fermezza e senza scrupoli. Per lui, l’unica cosa che conta è quella di avere sempre il controllo su tutto e tutti. Quando s’incontrano, lui ne rimane affascinato e decide di aiutarla, ma mentre lei inizia a provare gratitudine e un nuovo senso di sicurezza sotto la sua ala protettrice, Nikos intuisce il potere che ha su di lei man mano che se ne prende cura.
Con il tempo queste sensazioni diventano più forti. L’attrazione fisica tra di loro comincia a non lasciare più nessuna via di fuga per entrambi. Lily si ritrova inaspettatamente ad amare quell’uomo così forte e sicuro di sé ma con un lato oscuro pronto a emergere, mentre Nikos sviluppa per lei una vera e propria ossessione che trova pace solo con il controllo e il desiderio che divampa tra loro ogni volta che sono vicini.
In un vortice di amore e passione, Lily scoprirà che non sarà facile stare con Nikos e per riuscire a donargli il proprio cuore dovrà iniziare una lotta contro lo stesso uomo di cui è innamorata.

RECENSIONE

Torniamo ad avere lui “potente” e lei “piegata al suo volere”. Ancora, per l’ennesima volta nulla di nuovo.
Mi è però piaciuto molto il cambiamento repentino caratteriale della protagonista, Lily da indifesa e fragile, diventa ben presto forte, spiegando le sue ali e diventando il pilastro della loro storia d’amore. Nikos è il classico complesso, stronzo, freddo (ecc ecc…), personaggio protagonista maschile che tutte si aspettano. Diciamocelo, l’attenzione è stata posta quasi esclusivamente sulla protagonista, che parola dopo parola e frase dopo frase, è sempre sotto i riflettori.
Un libro stracolmo di clichè, c’è da dire che però non mi è dispiaciuto, diciamo che non diventerà mai per me un libro stupendo ed indimenticabile, però non è male. Un libro pieno di drammi e violenze, proprio come tutti gli altri.
Non ci sono punti morti, anzi tutto il libro è scansionato da un ritmo regolare, le scene di sesso sono soft (le aspettavo più spinte) e la psicologia dei personaggi prevale su tutto.
Fondamentalmente un libro carino.

Buona lettura
Baci

C.