mercoledì 21 giugno 2017

RECENSIONE: Time Deal



TITOLO: Time Deal
AUTORE: Leonardo Patrignani
EDITORE: DeAgostini
COLLANA: Le Gemme
PUBBLICAZIONE: 13 Giugno 2017
PAGINE: 475
PREZZO: €14.90
PREZZO EBOOK: €6.99


TRAMA

Hai promesso di amarla per sempre.
Ma quanto può durare l’eternità?

Il nuovo sorprendente romanzo distopico. Il mito classico dell’eterna giovinezza incontra il tema assolutamentecontemporaneo del limite morale del progresso scientifico. Un autore italiano di straordinario talento e di successo internazionale, in corso di pubblicazione in più di 20 Paesi.Julian ha diciassette anni e vive con la sorellina Sara nella periferia industriale di Aurora, una metropoli soffocata dall'inquinamento e devastata dalle malattie, in cui l'aspettativa di vita è scesa drasticamente negli ultimi anni. Fino all'arrivo del Time Deal, un farmaco in grado di arrestare l'invecchiamento cellulare. Nessuno ne conosce gli effetti collaterali, solo qualcuno immagina quali possano essere le conseguenze morali e sociali di questo farmaco. Ben presto, la città si spacca in due: da una parte chi insegue ciecamente il sogno della vita eterna, dall'altra chi invece si rifiuta di manipolare la propria esistenza e preferisce invecchiare secondo natura. Julian è tra questi ultimi. Ma la sua ragazza Aileen non ha avuto scelta: figlia di un noto avvocato, che finanzia da sempre la casa farmaceutica del Time Deal, è stata sottoposta al trattamento. Finché qualcosa va storto. Aileen inizia ad accusare disturbi della memoria, e poi sparisce nel nulla. Julian però è disposto a tutto pur di ritrovarla. E a far luce sugli effetti collaterali del Time Deal.

RECENSIONE

Carissimi lettori, incuriosita dalla trama mi sono fiondata su questa lettura e non me ne pento affatto, questo è poco ma sicuro.
Inizio dicendovi cos’è il “Time Deal”, un farmaco anzi, IL farmaco dell’eterna giovinezza, semplicemente una gran figata (mio nonno ne sarebbe entusiasta fidatevi!). Non confondiamo il farmaco dell’eterna giovinezza con l’immortalità, il farmaco blocca semplicemente la crescita delle persone.
Ciò che mi è piaciuto molto è stato l’obbligo imposto su questo farmaco, un po’ come le nostre attuali vaccinazioni (esempio poco calzante? Può essere ma rende l’idea…), il farmaco deve essere assunto da tutti! Ma, proprio come le nostre vaccinazioni non sono tutti d’accordo e ci sono persone che pretendono di conservare il loro sacrosanto diritto all’invecchiamento. Come tutti i farmaci, anche il Time Deal ha degli effetti collaterali, i quali però sono tenuti nascosti a tutti i pazienti. È così che tutti i pazienti dopo poco devono imbattersi in allucinazioni e vuoti di memoria, situazioni tutt’altro che piacevoli.
A questo punto, trascinata in un futuro prossimo, ovattata dal silenzio e trasportata dalla lettura mi sono chiesta: “ma se questo farmaco esistesse e io fossi a conoscenza di tutto, lo assumerei?”. Probabilmente sarei un po’ lo Julian della situazione, contro tutti a lottare per il mio diritto ad invecchiare, ma non ne sono poi così sicura.
Cosa dire? La storia è sicuramente molto avvincente, offre svariati punti di riflessione che ho personalmente apprezzato. La scrittura scorrevole aiuta a divorare le pagine e poi, il fatto che l’autore è italiano mi fa apprezzare il libro ancor di più. I personaggi ben descritti fanno amare al lettore la storia, facendolo immergere in una lettura che assume subito una forma particolarmente famigliare. Il finale poi è mozzafiato!
Concludo questa recensione con una domanda che mi è balenata nel corso della lettura e che mi ha fatta incuriosire moltissimo.
Ma perché questo farmaco o siero che dir si voglia, 
DEVE essere somministrato obbligatoriamente a tutti?

Eh, questo dovete scoprirlo voi.
Buona lettura
Baci
C.

Nessun commento:

Posta un commento